Cantinetta per vini: classiche e temperate. Scopriamole!

Per gli amanti del vino, che abitualmente conservano numerose bottiglie a casa sparse in cucina, in frigorifero e in altre parti dell’abitazione, forse è il momento di acquistare una cantinetta per il vino. Si tratta di elettrodomestici pensati per conservare al meglio le bottiglie di vino, grazie alle loro prestazioni. Sono conosciute anche come frigocantina, e si suddividono in due tipologie: cantinette climatizzate e cantine temperate. Entrambi possono essere monotemperatura, con un’unica temperatura impostata manualmente, oppure multitemperatura che consentono invece di avere differenti temperature all’interno della stessa cantinetta, in base al tipo di vino ospitato.

Le cantinette temperate sono studiate per rispondere all’esigenza di portare alla giusta temperatura di degustazione le diverse bottiglie di vino, prima che queste vengano servite. Quelle climatizzate invece nascono per consentire la conservazione delle bottiglie di vino per lunghi periodi. Tutti i modelli garantiscono il corretto tasso di umidità, che è compreso fra il 50% e l’80%.

 

Cantinetta per vini: a cosa serve

 

La cantinetta per il vino serve a mantenere il vino nella costante temperatura e nel giusto grado di umidità, in modo da non rovinare le bottiglie a causa del troppo caldo o troppa umidità della vostra casa. Il vino va impostato orizzontalmente e non va messo alla luce diretta del sole. Il vino va servito e assaporato alla temperatura giusta. Lo scopo delle cantinette per il vino risponde a questo, infatti regolano la temperatura a seconda che si debba rinfrescare uno spumante, un vino bianco, uno champagne oppure un vino rosso.

 

I modelli di cantinette per vini

 

Nel mercato, si trovano diverse tipologie di cantinette vino classiche e cantinette frigo, sia per dimensioni che forme che capienza. Bisogna saper scegliere in funzione allo spazio che si ha disposizione e al numero di bottiglie da conservare.

I modelli da incasso o da libera installazione presentano la capacità per circa 50 bottiglie, invece nella misura ad esempio di un frigorifero, si ha la possibilità di raggiungere 300/400 posti.

Esistono i modelli compatti, che sono profondi e larghi 50 cm e alti circa 80 cm. I maxi side by side superano addirittura i 70 cm di profondità e larghezza e sono alti circa 190 cm.

Esistono diversi modelli, possiamo distinguere fra:

  • cantinette libere e cantinette incassate.
  • cantinette termoelettriche e le cantinette a compressore. Le prime creano meno vibrazioni rispetto a quelle caratterizzate da compressore, consumano meno energia, ma non riescono a raffreddare quanto le cantinette a compressore.
  • cantinette monozona e cantinette plurizona. Si differenziano per il numero di scomparti.

 

Cosa valutare al momento dell’acquisto di una cantinetta

 

Per salvaguardare il vino dalla luce, la cantinetta deve disporre di una porta a doppio o triplo vetro temperato anti Uv. Di  fondamentale importanza è la qualità del compressore di raffreddamento e il sistema di illuminazione interna che si accende all’apertura delle porte. Da non sottovalutare è la presenza del segnalatore acustico, molto comoda poichè si attiva quando la porta rimane aperta involontariamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *